Biglietti Cappella Sistina nella Città del Vaticano: informazioni utili, orari, storia, curiosità, indirizzo e mappa


Cappella Sistina

Un po' di storia sulla Cappella Sistina

La Cappella Sistina è una delle cappelle del Palazzo Apostolico della Città del Vaticano, dove si trova la residenza ufficiale del Papa. Originariamente ha funzionato come la cappella del forte vaticano e fu conosciuta come Cappella Magna. Il suo nome proviene dal Papa Sisto IV che ordinò il suo restauro tra il 1473 e il 1481. Da allora, questa cappella è servita per la celebrazione di atti e cerimonie papali.

Durante il pontificato di Sisto IV, un gruppo di pittori rinascimentali venne chiamato ad eseguire opere nella cappella, tra cui Sandro Botticelli, Pietro Perugino, Pinturicchio, Domenico Ghirlandaio, Cosimo Rosselli e Luca Signorelli. Furono fatte due serie di pannelli d'affresco, uno sulla vita di Mosè a sinistra dell'altare e un altro sulla vita di Gesù Cristo a destra. Questi pannelli erano accompagnati da ritratti dei papi che avevano governato la Chiesa fino ad allora. I dipinti furono terminati nel 1482, e in occasione della festa dell'Assunzione, Sisto IV celebrò la prima messa nella cappella consacrandola alla Vergine Maria.

Su ordine di papa Giulio II, Michelangelo decorò la volta della cappella, tutti gli affreschi del soffitto della Cappella Sistina sono opera di questo brillante artista che ha avuto bisogno di quattro anni per completare l'opera, dal 1508 al 1512, creando un'opera d'arte senza precedenti e che avrebbe cambiato il corso dell'arte occidentale. Anni dopo, tra il 1536 e il 1541, dipinse il Giudizio Universale nel muro dell'altare, per i Papi Clemente VII e Pablo III.

Più di 500 anni dopo, gli affreschi di Michelangelo con la loro straordinaria complessità iconografica continuano ad attirare una moltitudine di visitatori ogni anno e sono considerati uno dei migliori lavori della storia della pittura.

Cosa è oggi la Cappella Sistina?

Attualmente la Cappella Sistina è la sede del conclave, l'incontro in cui il Collegio dei Cardinali sceglie un nuovo papa. La fama della Cappella Sistina è dovuta principalmente alla sua spettacolare decorazione di affreschi, in particolare della volta e della parete dietro l'altare con il Giudizio Universale, due opere di Michelangelo dipinte tra il 1508 e il 1512.

Il restauro della Cappella Sistina nel corso degli anni '90 dimostrò l'incredibile padronanza della tecnica di questo artista e pittore che non ha utilizzato assistenti per dipingere, ma solamente alcuni lavoratori incaricati della preparazione del soffitto. La grande dimensione delle figure e la difficoltà di applicare la pittura sulla curvatura dei soffitti hanno reso questo affresco una creazione unica ed eccezionale.

Curiosità della Cappella Sistina

Sapevi che dal 1870 la Cappella Sistina è la sede del conclave dove si tiene l'incontro in cui i cardinali scelgono un nuovo Papa? Una volta che il nuovo Papa è stato eletto, viene condotto in una piccola stanza, La Stanza del Pianto della Cappella Sistina che si trova a sinistra dell'altare sotto il Giudizio Universale. È conosciuta con questo nome perché il nuovo Papa spesso scoppia in lacrime per l'emozione della sua elezione.

Sapevi che con Michelangelo cambiò la rappresentazione di Dio che fino ad allora aveva una mano che puntava in giù attraverso le nuvole? Nella Cappella Sistina è possibile vedere per la prima volta la riproduzione di Dio con un corpo muscoloso e una lunga barba bianca, oltre ad essere molto simile al dio greco Giove.

Sapevi che la creazione di Adamo è una delle più famose immagini della Cappella Sistina? Si trova nella parte centrale della volta e rappresenta la storia di Genesi in cui Dio dà vita ad Adamo.

Sapevi che in un primo momento Michelangelo respinse la commissione di decorare la Cappella Sistina, considerandolo un lavoro troppo impegnativo e addirittura aveva dei sospetti di essere stato raccomandato per questo lavoro dai suoi rivali per vederlo fallire? A quel tempo, la tecnica dell'affresco era quasi sconosciuta, una tecnica che non permetteva errori o passi indietro, oltre a richiedere tempi molto brevi. La superficie totale dipinta da Michelangelo è di 460 metri quadrati.

Perché visitare la Cappella Sistina?

Semplicemente perché la Cappella Sistina è una delle meraviglie del Rinascimento. La Cappella Sistina è uno dei tesori più importanti del Vaticano, di Roma e del mondo. È noto tanto per la sua decorazione, quanto per essere il luogo in cui si scelgono i Papi. Nel 1508, Papa Giulio II commissionò a Michelangelo la decorazione della Cappella Sistina, ottenendo un risultato con una creazione monumentale che ha spezzato gli stampi e gli schemi dell'arte rinascimentale.

Altre attrazioni nella zona

La Cappella Sistina si trova all'interno dei Musei Vaticani sulla destra guardando la Basilica di San Pietro da Piazza San Pietro. Pertanto in questa zona è possibile visitare non solo l'insieme di musei che si trovano nella Città del Vaticano come il Museo Etrusco Gregoriano, la Pinacoteca, il Museo Missionario-Etnologico e le Stanze di Raffaello, ma anche la piazza progettata da Bernini e la basilica con la cupola disegnata da Michelangelo la cui costruzione è stata completata nel 1590. Dopo la morte Di Michelangelo, il progetto per il completamento della costruzione di questa maestosa cupola è passato alle mani di Domenico Fontana e Giacomo de la Porta, che hanno fatto solo piccole varianti al progetto originale.

Informazioni Utili

L'ingresso alla Cappella Sistina è incluso nel biglietto dei Musei Vaticani

Orari

Aperta dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 18.00.
Ultimo ingresso: ore 16.00

La Cappella Sistina è chiusa la domenica, fatta eccezione per l’ultima domenica del mese in cui l'ingresso è gratuito e non è possibile prenotare ne' biglietti ne' visite guidate.

Altri giorni di chiusura:
1 e 6 gennaio
11 febbraio
19 marzo
Domenica e Lunedì di Pasqua
1 maggio
29 giugno
15 e 16 agosto
1 novembre
8 dicembre (festa dell’Immacolata Concezione)
25 e 26 dicembre.

Indirizzo e Mappa

Città del Vaticano

Vedi la mappa

Raggiungi comodamente i musei con i nostri servizi di transfer!
Servizio di Transfer
SERVIZIO DI TRANSFER
Prenota Ora