Musei Vaticani Biglietti - Prenotazione biglietti, tour guidati e privati on line - Musei Vaticani Biglietti


Musei Vaticani

Un po' di storia su i Musei Vaticani

La costruzione del Vaticano è iniziata nel 1447 con il Papa Niccolò V che incaricò l'architetto Bernardo Rossellino di progettare la nuova Basilica di San Pietro e il pittore Fra Angelico di decorare la cappella Nicolina. Nel 1471, Sisto IV ordinò la costruzione di una nuova cappella, la Cappella Sistina, con decorazioni dipinte da artisti come Sandro Botticelli e Pietro Perugino, che più tardi, nel 1508, Michelangelo Buonarroti ridipinge per ordine di Giulio II.

I Musei Vaticani sono nati con le opere private di Giulio II che quando fu eletto Papa nel 1503, trasferì la sua collezione nel Cortile Ottagono. Tra le opere troviamo l'Apollo del Belvedere, la Venere Felice, il Nilo, il fiume Tevere, l'Arianna Addormentata e il gruppo del Laocoonte e i suoi figli. Sono stati poi costruiti nuovi edifici collegati tramite gallerie a quelli già esistenti. Giulio II commissionò la decorazione delle stanze di Raffaello e della rampa elicoidale disegnata da Donato Bramante come accesso ai piani superiori dal giardino del Belvedere.

Nel 1740, Benedetto XIV riorganizzò le sale dei Musei Sacri e Profani e del Gabinetto delle Medaglie. Nel 1756, le opere d'arte e archeologiche scoperte da Johann Joachim Winckelmann incentivarono l’ esposizione pubblica delle collezioni del Vaticano. Clemente XIV e Pio VI proiettarono il Museo Pio Clementino e Pio VII e Antonio Canova fu incaricato dell’organizzazione del museo che porta il suo nome. Gregorio XVI nel 1837, inaugura il Museo Gregoriano Etrusco e due anni dopo fonda il Museo Gregoriano Egizio. Nel Palazzo del Laterano, è stato fondato nel 1844 il Museo Gregoriano Profano e dal 1870 è stata riorganizzata l'esposizione delle opere nella Chiesa cattolica. Più tardi, Pio XI fondò il Museo Missionario Etnologico e inaugurò la Pinacoteca esponendo dipinti rubati da Napoleone e restituiti dopo il Congresso di Vienna del 1815.

Decenni più tardi nel 1970 sono state trasferite al Vaticano le antiche collezioni lateranensi, i Musei Gregoriano Profano e Pio Cristiano e nel 1973 il Museo Missionario Etnologico. La Collezione d'Arte Religiosa Moderna e il Museo delle Carrozze sono stati fondati nel 1973 durante il pontificato di Paolo VI. Dal 1989 al 2000 sono stati riorganizzati il Museo Gregoriano Egizio e il Gregoriano Etrusco ed è stato creato il Museo Storico.

Cosa sono oggi i Musei Vaticani?

I Musei Vaticani sono stati inclusi nella lista dei musei più importanti del mondo e visitarli rappresenta una tappa essenziale per coloro che visitano Roma. All'interno dei Musei Vaticani si trovano le raccolte che nel corso del tempo sono state accumulate dai Papi, oltre ai grandi capolavori di tutti i tempi che sono diventati preziosa testimonianza di un'epoca.

I Musei Vaticani non solo accolgono all'interno delle squisite collezioni d'arte, archeologia ed etnologia create dai vari pontefici nel corso dei secoli, ma hanno anche, alcuni dei luoghi più esclusivi, storici e artisticamente significativi dei Palazzi Apostolici.

Nel febbraio del 2000 è stato aperto l'ingresso monumentale nella parte settentrionale delle mura vaticane, molto vicino a quello più antico di Giuseppe Momo del 1932. Qui si trova la scala a chiocciola in rampa con la sua ringhiera, una creazione di Antonio Maraini che attualmente viene utilizzata per uscire dal museo.

Curiosità su i Musei Vaticani

Sapevi che i Musei Vaticani hanno aperto le loro porte nel XVI secolo e che sono attualmente visitati da più di 6 milioni di persone ogni anno? Al momento i Musei Vaticani hanno 4 percorsi diversi per visitare le diverse gallerie che aiutano lo smistamento del gran numero di visitatori e si concludono tutti nella Cappella Sistina.

Sapevi che Michelangelo Buonarroti, uno dei più famosi artisti del Rinascimento nel mondo, ha trascorso quasi dieci anni della sua vita a realizzare i dipinti che coprono la volta e le pareti dell'altare della Cappella Sistina? La Cappella Sistina si trova all'interno dei Musei Vaticani ed è una visita obbligata se si va a Roma e alla Città del Vaticano, una esperienza indimenticabile che non puoi perderti.

Perché visitare i Musei Vaticani?

Visitare i Musei Vaticani è un'esperienza unica che dovrebbe essere sperimentata almeno una volta nella vita. Questa visita è un viaggio lungo e interessante che ti riempirà di emozioni attraverso più di venti secoli di storia e di arte. La Cappella Sistina, le stanze di Raffaello e la Pinacoteca, sono solo una parte di un gran numero di collezioni di inestimabile valore.

I Musei Vaticani riuniscono all'interno una delle collezioni più imponenti ed estese del mondo appartenenti alla Chiesa cattolica, con più di 70.000 oggetti esposti su una superficie di 42.000 metri.

Altre attrazioni nella zona

A pochi passi dai Musei Vaticani, si trova un'altra attrazione di grande importanza, la Basilica di San Pietro che ospita al suo interno la Santa Sede e che si trova in una necropoli del secolo I. Questo è il più importante tempio religioso del cattolicesimo. Questa basilica riceve il suo nome dal primo papa nella storia della religione cattolica, San Pietro, il cui corpo è sepolto all'interno.

Le sue dimensioni erano enormi per il periodo di costruzione. La sua costruzione è durata 160 anni, e vi hanno lavorato grandi artisti come Maderno che è stato incaricato della facciata, Michelangelo della cupola e Bernini della piazza, trasformandole in opere uniche al mondo.

Informazioni Utili

Giorni di Chiusura

I Musei Vaticani sono chiusi tutte le domeniche, tranne l’ultima domenica del mese, in cui l'ingresso è gratuito e non è possibile prenotare ne' biglietti ne' visite guidate.

Altre festività:
1 e 6 gennaio
11 febbraio
19 marzo
1 maggio
29 giugno
15 e 16 agosto
1 novembre
8 dicembre (festa dell’Immacolata Concezione)
25 e 26 dicembre.

Indirizzo e Mappa

Viale Vaticano, Roma.

Vedi la mappa

Regole di ammissione

L’accesso ai Musei Vaticani è permesso solo ai visitatori con un abbigliamento appropriato.

Vi consigliamo di arrivare ai Musei Vaticani almeno 15 minuti prima dell’orario prenotato.

Raggiungi comodamente i Musei Vaticani con i nostri servizi di transfer!
Servizio di Transfer
SERVIZIO DI TRANSFER
Prenota Ora